Sgombero di Primavalle: una surreale prova di forza

Non credo di aver mai visto dal vivo nulla di simile a quello a cui ho assistito per tutta la notte, fino a pochi minuti fa, durante lo sgombero di via Cardinal Capranica.
Uno spiegamento di forze ciclopico, con decine di blindati, elicotteri, idranti che hanno di fatto chiuso, circondandolo spanna a spanna, un intero quartiere. Tensione sia dentro l’immobile occupato, nel quale a quanto pare sono presenti 70/80 minori, sia fuori, con agenti in assetto antisommossa per fronteggiare i manifestanti, imbottigliati in una strada stretta e lunga come un imbuto e senza vie di fuga.

Una dimostrazione di forza muscolare surreale, spropositata, rivendicata ed esibita al massimo livello possibile: rispetto alla quale qualsiasi invito alla ragionevolezza e al dialogo rischia di apparire inutile.
Eppure a quell’invito, malgrado tutto, non si può e non si deve rinunciare. Ci sarebbe ancora tempo e modo di fermarsi, fare un passo indietro e affrontare la questione in modo diverso.
Ciascuno, a partire dal ministro Salvini, adoperi il massimo della responsabilità per fare in modo che ciò possa accadere.

CONDIVIDI L'ARTICOLO

RESTA IN CONTATTO PER AGGIORNAMENTI




    Dichiaro di accettare l'informativa privacy

    Commenta

    Seguimi

    Resta in contatto




      Dichiaro di accettare l'informativa privacy

      ajax-loader