FABBRICHE DI MATERIA

Uno dei temi più problematici che ci troviamo ad affrontare nel Lazio, e in particolare a Roma, riguarda i rifiuti. Si tratta di un problema enorme cui sembra non si riesca a dare soluzione, e sul quale ho deciso di elaborare proposte concrete e attuabili: una di queste riguarda la riconversione (o revamping) degli impianti di trattamento meccanico biologico in fabbriche di materia. Attraverso una proposta di legge chiedo che i Tmb vengano riconvertiti in modo tale che, anziché produrre scarti destinati allo smaltimento in discarica o all’incenerimento, siano in grado di recuperare materia riutilizzabile e riciclabile. Grazie a questo processo verrebbe completamente dismessa la linea del Combustibile da rifiuti (Cdr), cioè del materiale che deve essere bruciato, e verrebbe di molto diminuita la quantità di scarti da conferire in discarica, in favore di un recupero enorme di materiale da riutilizzare. L’operazione di riconversione sarebbe semplice, poiché per la produzione del Cdr sono presenti, all’interno degli attuali layout, molte delle attrezzature necessarie, che andrebbero quindi integrate non sostituite.

RESTA IN CONTATTO