La Regione Lazio stanzia un fondo per salvare Lucha y Siesta

La Regione Lazio stanzia un fondo per salvare Lucha y Siesta

Tempo di lettura: 2 minuti
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

La violenza di genere contro le donne non è una questione delle donne. Ma non è neanche, come si dice con troppa disinvoltura, una questione “di tutti”.
E’, io credo, una questione -rispettivamente- degli uomini e delle donne.
Badate, non è la stessa cosa: perché quando parliamo di violenza di genere parliamo di donne che subiscono violenze da parte degli uomini. E quindi la questione riguarda entrambi, uomini e donne, ciascuno dalla propria prospettiva. E ciascuno col proprio ruolo.

Nel bilancio della Regione Lazio che abbiamo approvato, insieme ad altre cose che vi racconterò tra poco, c’è una cosa che per me è particolarmente importante: e che, come spesso succede per le cose particolarmente importanti, abbiamo fatto in tanti. Dieci consigliere e consiglieri.

Oggi Marta Bonafoni, Marta Leonori, Marco Cacciatore, Michela Di Biase, Eleonora Mattia, Gianluca Quadrana, Daniele Ognibene, Fabio Refrigeri, Gino De Paolis e io abbiamo stanziato in bilancio un fondo di 2,4 milioni di euro per salvare l’esperienza della Casa delle donne Lucha y Siesta.

L’ho fatto, insieme a donne e uomini con cui lavoro, da uomo.
Perché è come uomo che la violenza sulle donne mi riguarda.
Prima ancora che come cittadino e come consigliere regionale.

Post recenti

SE SEI INTERESSATO AL TEMA

Lascia il tuo nome e la tua mail usando il form qui a fianco: ti invierò aggiornamenti e notizie, e se vorrai ti farò arrivare una newsletter per raccontarti quello che faccio.

    SE SEI INTERESSATO AL TEMA

    Lascia il tuo nome e la tua mail usando il form qui sotto: ti invierò aggiornamenti e notizie, e se vorrai e ti farò arrivare una newsletter per raccontarti quello che faccio.

      Scroll to Top