Depositata la nostra proposta di legge per la partecipazione popolare

16 Settembre 2019
Posted in Regione
16 Settembre 2019 Alessandro

Nel giorno in cui il Consiglio regionale del Lazio si riunisce per discutere sulla “situazione politica”, grazie a un’incomprensibile richiesta della destra (che piuttosto farebbe meglio a fare i conti con le proprie divisioni), si continua a lavorare sulla condivisione di obiettivi e proposte per i cittadini, che della politica dovrebbero essere gli unici elementi importanti.
Stamattina ho depositato una proposta di legge per la revisione e il rilancio degli istituti di partecipazione popolare nel Lazio che reca, insieme alla mia prima firma, quella del collega del Movimento 5 Stelle Devid Porrello: una proposta che rende finalmente effettivi e praticabili gli strumenti attraverso i quali i cittadini potranno avanzare proposte di legge, convocare referendum abrogativi e propositivi e avere finalmente la possibilità di incidere in modo concreto nella vita politica della nostra regione. L’unica risposta credibile alle polemiche e alle dietrologie sui posizionamenti, rispetto alle quali i cittadini non possono che restare indifferenti, è la politica: quella che trova convergenze sugli obiettivi, che si fa carico di migliorare la vita delle persone e che si confronta sui temi, lasciando da parte i giudizi precostituiti che sarebbe meglio lasciare agli opinionisti.
Si tratta di un percorso di incontro sulle proposte che nel Lazio, in questa legislatura, ha portato risultati concreti, e che ha visto il Movimento 5 Stelle contribuire alla realizzazione di iniziative importanti come, ultima in ordine cronologico, la legge per il contrasto al caporalato.
Questa è la responsabilità che i cittadini ci hanno consegnato con le elezioni: e l’unico modo pragmatico e non ideologico per corrisponderle è incontrarci su obiettivi concreti. Il resto, come suol dirsi, è fuffa.

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *