Bonafede, basta rinvii su giustizia e carcere. Un articolo su Il Riformista

Colpiscono, ma purtroppo non sorprendono le osservazioni e raccomandazioni del Comitato per la prevenzione della tortura del Consiglio d’Europa, che alcuni giorni fa ha denunciato in una relazione le criticità del sistema di detenzione italiano. Un documento che conferma i problemi tante volte sollevati da chi le carceri le visita in modo abituale, per verificare le condizioni in cui vivono gli ospiti e in cui lavora la polizia penitenziaria: da quelli cronici, come il sovraffollamento e l’alta presenza di detenuti in attesa di giudizio, a quelli comuni a tanti istituti, quali il numero insufficiente di agenti ed educatori impegnati nelle strutture, edifici fatiscenti, episodi di maltrattamento. Criticità persistenti sulle quali i riflettori si accendono solo quando l’Italia è bacchettata dagli organismi europei o internazionali o quando i casi di violenza e illegalità che si verificano tra le mura dei penitenziari raggiungono le pagine di cronaca.

Continua su IlRiformista.it

CONDIVIDI L'ARTICOLO

RESTA IN CONTATTO PER AGGIORNAMENTI




    Dichiaro di accettare l'informativa privacy

    Commenta

    Seguimi

    Resta in contatto




      Dichiaro di accettare l'informativa privacy

      ajax-loader